Comparsa di odori, rumori e visioni

Sono tre le scoperte di cui si cerca di parlare da tempo, ma nessuno ha potuto mai accertarne la natura e l’origine; questi fenomeni per certi versi possono essere clamorosi e per altri sconcertanti. In questa relazione, cercherò di dimostrare, a tutti coloro che non credono, che questi fenomeni sono reali e non invenzioni.

Non parlo di scoperte vere e proprie, ma sicuramente di questo si tratta. La raccolta da me effettuata non avvenne per caso, ma in seguito a un’attenta ricerca che iniziò a partire dagli anni ’50, esattamente dopo la morte della mia povera mamma che mi amava moltissimo, più degli altri suoi figli. Di questo prima rivelazione, ne parlo in uno dei capitoli presenti all’interno del mio sito “Autotelesos”, alla voce “Pensiero filosofico anima e spirito come entità”. Infatti, nel capitolo racconto di odori che mia madre mi trasmetteva tramite i cibi che mi piacevano. Non ho mai capito se ciò avvenisse con il pensiero oppure se provenissero dalla “memoria” di un’entità propria. Fenomeni di questo tipo ne ho visti manifestarsi numerose volte (credo che ognuno di noi li abbia visti nella propria vita) e li ho in gran parte conservati nella memoria. Ma i fenomeni non riguardano soltanto gli odori; le mie ricerche si sono spinte oltre, proseguendo, per ciò che riguarda la mente umana e, se volete, anche quella animale, verso i tre sensi più importanti della vita biologica: l’olfatto, l’udito e la vista.
Sono trascorsi sessant’anni prima di poter finalmente comprendere questi fenomeni, che ognuno di noi ha provato durante la propria esistenza considerandoli però di poca importanza oppure frutto di strane coincidenze.
Come dicevo, sono parecchie decine d’anni che raccolgo esperienze, che compio ricerche personali in quest’ambito, e posso oggi, con ragion di causa, dire che le apparizioni, gli odori e i rumori non presenti materialmente esistono realmente ma non fisicamente, un po’ come i miracoli. Verso questi ultimi ho il massimo rispetto, mentre i fenomeni di cui parlo sono stati oggetto di studi e ricerche importanti: ne ho elencati moltissimi tipi sui quali mi sono pronunciato sin dall’inizio, avendoli osservati nei minimi particolari. Se poi qualcuno dubitasse circa le mie analisi (maniacali), vorrei evidenziare che alcune delle mie teorie sono state acquisite da un professore di psichiatria di fama mondiale e riconosciute nell’ambito della psichiatria moderna dopo gli anni ’70. Avevo ragione da vendere! (Si veda il sito www.Autotelesos.it alla voce: “Psichiatria e malattie varie da tenere sotto controllo”) Sicuramente sono fenomeni simili a quelli relativi alla fede e bisogna avere rispetto per tutti coloro che credono, anche se non tutti riconoscono il loro verificarsi. Perciò, dopo aver effettuato una lunga serie di analisi, posso affermare che si tratta di fatti avvenuti. Ora passo la parola a tutti i ricercatori che si occupano delle materie inerenti l’olfatto, la vista e l’udito, per approfondire le indagini che sicuramente daranno ulteriori risultati. Una cosa importante, che bisogna cercare di capire, riguarda lo stato d’animo in cui l’individuo versa: infatti, perché questi fenomeni accadano, occorre che ci si trovi in momenti di silenzio, di particolare tranquillità, soprattutto se nella vita quotidiana si è soggetti a problemi di tipo sociale non facilmente risolvibili. Perciò, rumori, odori, visioni possono riemergere dalla scheda di memoria della propria entità anche più volte durante la stessa giornata; poi, al momento in cui si verificano i particolari del fenomeno, ci si accorge che erano immagini e sensazioni già presenti in memoria all’interno della scheda dell’entità cerebrale, come quella di un normale computer. Non vanno dimenticate le famose credenze o aneddoti popolari secondo cui l’individuo sogna a occhi aperti: si tratta di visioni provenienti da quell’entità o “scheda di memoria” che ognuno di noi possiede e che, in certi momenti e in particolari condizioni psicologiche, possono venire alla luce.
Voglio citare l’ultima apparizione che ho “vissuto”: si trattava di un tram distante da me venti metri, che viaggiava verso la mia persona, ma che, dopo un attimo di distrazione, scomparve. Da non dimenticare che anche il ricordo di dolori agli organi mancanti a persone che hanno subito amputazioni o parti di organi non più presenti, come se fossero presenti, provengono dall’entità di memoria. Anche queste sono apparizioni o sensazioni provenienti dalla memoria dell’entità. Persino una violenta martellata in casa proviene dalla memoria del vecchio passato, lo stesso per gli odori; non sono fantasie, sono fatti reali esistenti nella scheda della memoria umana e vissuti nel passato che, se non si è tranquilli e con la mente riposata, possono riaffiorare quale segnale per prestare attenzione alla propria vita.

Santino Scuderi